Slow Flowers Italy: storia di un sogno che diventa un fiore–by serena/Josie

Slow Flowers 2
Questa primavera è stata ventosa qui in Toscana.
E il vento, ogni giardiniere lo sa, porta con sé molti semi.
Uno di questi, di un Sisyrinchium per la precisione, è caduto vicino a Tania de La Rosa Canina, ma poi, flufff!! Un’altra folata di vento lo ha riportato in volo, fino al Furighedda.
E’ in un modo così poetico che Furighedda Gardening e Slow Flowers Italy si sono incontrati.
Con il vento e con un fiore.
E con loro, vento e fiori, io, Serena , sono andata nelle campagne del Chianti, per scoprire in questo incantato angolo di mondo, cosa fosse questo ‘Slow Flowers’.
Lo confesso, non ero preparata a tanta Bellezza.

Slow Flowers Italy-21
 
Slow Flowers Italy-1
 
Slow Flowers Italy-9

Slow Flowers Italy-14

Slow Flowers Italy: da sogno a realtà a Podernovi

Slow Flowers è un modo di ‘sentire’ i fiori che prende le mosse dall’intuizione di Tommaso e Lelia, nella primavera dell’anno passato.
Tommaso, assieme alla sorella Tania, lavora agli allestimenti floreali e Lelia li fotografa.
Si circondano di fiori e di creatività.
Stare a contatto con la natura ha qualcosa di magico, ti fa diventare più sensibile.
E così è stato per loro, hanno iniziato a pensare a ‘Slow Flowers’ come a un modo di sentire i fiori che ne rispecchi appieno l’essenza, la stagionalità, la coltivazione naturale, lenta e nel rispetto della Terra.
Quando un sogno ti appassiona, lo vuoi condividere.. è così che sono riusciti a coinvolgere nella loro idea anche altre realtà e numerosi volontari entusiasti.
Il sogno di pochi, è diventato di molti.. e poi è sbocciato in mani, impegno, pazienza, condivisione.
A Podernovi, Slow Flowers è diventato realtà.
Nel modo poetico che solo i fiori sanno regalare.
Slow Flowers Italy-7
 
Slow Flowers Italy-3
 
Slow Flowers Italy-13
 
Slow Flowers Italy-15

Slow Flowers Italy-18

Slow Flowers Italy tra Arte, Musica e Parole

Nelle giornate dal 29 aprile al 1° maggio le stanze di Podernovi, a Gaiole in Chianti, si sono riempite di fiori e di incanto.
Gli allestimenti floreali creati dagli artisti e dai volontari si sono mescolati con luci, musica e parole.
Nella prima giornata una conferenza ha trattato de ‘La nuova etica ed estetica del Floral Design’, seguita dalla scoperta (ad ingresso libero) di Podernovi e dei suoi magici allestimenti.
Nella seconda giornata ha preso vita anche un momento musicale offerto dal duo di chitarra di Alma Project 24/7.
Per tutte le giornate sono stati preparati deliziosi bouquet (al costo simbolico di 5 euro) ed è stato presente il punto di ristoro di Nina La Roulotte.
Ma la cosa che più mi ha colpito, è stato esplorare lentamente le stanze di Podernovi: un racconto dell’Anima.
Slow Flowers Italy-20
 
Slow Flowers Italy-2
 
Slow Flowers Italy-6
Elena di Grigiocielo Studio

Slow Flowers Italy-16

Slow Flowers Italy-8

Slow Flowers Italy-19

Slow Flowers… finisce qui?

Voglio concludere con le parole belle di Tania de La Rosa Canina, che ci racconta di quello che è successo dopo che Slow Flowers è terminato..
Ma forse, un sogno così bello, non finisce. Perché i fiori, portano i semi.
E ogni giardiniere sa che il vento soffierà ancora.

“La mattina del 2 Maggio tre ragazzi agricoltori, un contadino e un veterinario sono arrivati al Casale di Podernovi per aiutarci a smontare gli allestimenti.
Tutta la bellezza che ha commosso e contagiato noi e i visitatori è stata trasportata fuori, riciclata e con l'aiuto di due tecnici dell'Azienda di Brolio, è stato organizzato il trasporto nell'isola ecologica di Gaiole. Gli ultimi fiori sono stati portati all'Asilo di Gaiole e al cimitero da due volontarie locali.
Alle 16 tutto era concluso, io e Silvia abbiamo chiuso le finestre, le porte, i lucchetti alle catene e commosse abbiamo salutato la casa e la campagna per tornare a Firenze.
In soli due giorni Podernovi è stato allestito, in tre giorni è stato visitato e in una mattina è ritornato come era.
Per essere un evento chiamato Slowflowers direi che lo "Slow" si potrebbe togliere...e invece no.
Non ci sono stati momenti frenetici, non c'è stata la fretta in nessuno e in niente. Nè prima , né dopo.
È stato fatto quello che si poteva fare in armonia e in silenzio, a voce bassa, a luci spente...ci credete? È così.
E allora provo a riflettere. Spesso le nostre menti sono impegnate ed imprigionate in concetti astratti e veloci, e noi di conseguenza corriamo tutto il giorno, a lavoro e a casa, nel dovere e nel divertimento. Ma a Podernovi non è successo.
È difficile percepire intensamente il mondo con la fretta, e in quei giorni "qualcosa" ce lo ha fatto capire. "Qualcosa" di non detto che arieggiava ovunque. I fiori ?
I fiori sono lenti, tremuli, e con questa immobilità e leggero respiro ci insegnano l'osservazione e la percezione più profonda delle loro forme e profumi.
Se ci sono stati dei maestri in quelle giornate sono stati loro.
Loro hanno coinvolto tutti . Ecco perchè le relazioni fisiche sono diventate profonde , ecco perchè lavorare insieme è stato incontrarsi e collaborare.
Slowflowers ha insegnato a rallentare per soffermarci a sentire e a capire, noi e gli altri, e a vivere seguendo la Natura che ci è madre. Bastava vedere e ascoltare e così è stato.
Elio , il contadino che ha vissuto una vita a Podernovi lo aveva capito...pane, vino e prosciutto erano sul tavolo ad aspettarci prima di lasciare il podere, condivisi, con calma, dopo la fatica, con bei racconti della campagna. La giusta conclusione di un piccolo viaggio nella memoria, con Natura e tra gli uomini.
E le parole di Federico Garcia Lorca mi sembrano oggi più vere di sempre. "Ogni libro è un giardino. Beato colui che lo sa piantare e fortunato colui che taglia le sue rose per darle in pasto alla sua anima!”.
E quel Libro è proprio quello della nostra vita.
Slow Flowers Italy-24
Tania al banco di lavoro

Hanno collaborato a Slow Flowers Italy: La Rosa Canina, Lelia Scarfiotti, Barone Ricasoli, Puscina Flowers, Il Profumo dei Fiori, Flora Toscana, Chianti Garden, Matteo Castelluccia, Shhh my darling, Nataly Montanari, Alma Project e numerosi volontari.
Slow Flowers Italy-5
Slow Flowers Italy-11
Slow Flowers Italy-23























































6 commenti

  1. Magnifico !!! Tu es douée !Une artiste !

    RispondiElimina
  2. Bonjour Serena ,quel merveilleux article et à lire je sens votre émotion que vous avez ressentie pour cette merveilleuse fêtes ,un endroit superbe pour trouver l'inspiration et des bouquets magnifiques et les paroles sages de Tania "un beau rêve ne se termine jamais .
    Merci Serena pour votre superbe article et les photos des bouquets des participants tous plus beau les uns que les autres .
    La traduction n'est pas tours terrible mais j'arrive quand même à bien comprendre votre article .
    Beau weekend à vous Serena .
    Emmanuelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci Emma, le langage des fleurs est universel!

      Elimina
  3. Bellissimo !! Un bel endroit à visiter, c'est sûr !!!
    Très bon weekend !

    RispondiElimina

Back to Top